Quanti passaggi bisogna fare con la piastra per capelli per ottenere un risultato ottimale?
E’ una domanda lecita, sia se si hanno capelli ricci sia se si hanno capelli lisci come spaghetti.
Quando si ha a che fare con l’acconciatura è sempre un terno al lotto, non si sa mai come sarà la riuscita finale e si teme di ritrovarsi con un aspetto impresentabile.

Partendo da una buona base, ovvero da una messa in piega ottimale fatta con una buona spazzola in setole naturali e con un asciugacapelli professionale, come per esempio un buon Remington AC5000 potente e dotato di ionizzatore, anche la piastratura sarà più semplice e occorreranno molti meno passaggi.

Passare la piastra molte volte su tutti i capelli rischia di indebolirli molto col tempo, per questo motivo ti consigliamo di procedere con una giusta asciugatura, che ripagherà assicurandoti una piastratura più rapida e capelli in salute.

Offerta

Quanti passaggi fare con la piastra su capelli sottili?

Quanti passaggi fare con la piastraPartendo dal presupposto che ognuno di noi ha dei capelli differenti, è ovvio che a seconda dei casi il numero di passaggi con la piastra da dover fare cambia.
É utile affidarsi alla propria esperienza, ma in linea di massima possiamo dire che chi ha i capelli sottili, magari molto lunghi, potrà procedere a una sola stiratura.
In questo caso è indicato l’utilizzo di una piastra larga come la Remington S5525 Pro-Ceramic.

I capelli molto sottili sono anche più semplici da bruciare rispetto a capelli più grossi, per questo motivo affidarsi a una buona piastra, potente e che dia la possibilità di scegliere la temperatura adatta, è sicuramente la scelta più azzeccata per un risultato di qualità sia visiva che di salute del capello.

Quanti passaggi fare con la piastra su capelli grossi?

Per persone che hanno capelli grossi e tendenti al crespo, che propendono a lisciarli con molta frequenza, il nostro consiglio è di affidare il proprio hair styling a una piastra professionale, come per esempio una GHD Serie V Gold Classic Styler.

Quindi chi ha capelli grossi e crespi, tendenzialmente, dovrà fare circa due o tre passate di volta in volta per poter ottenere il risultato desiderato.
Ci vuole un po’ di pazienza ed è necessario impostare la temperatura in modo che sia alta a sufficienza per trattare anche il capello più increspato.
Il consiglio è di piastrare i capelli spessi e ricci partendo da una temperatura alta, tra i 180°C e il massimo garantito dalla piastra (di solito 230°C).

Offerta
Offerta
Offerta

Dunque, i passaggi che occorre fare con la piastra per capelli per avere l’acconciatura desiderata è un discorso variabile dal tipo di capello e dallo strumento utilizzato.
É consigliabile usare piastre dall’ottima fattura, meglio se professionali, e aumentare la temperatura gradualmente, finché non si nota che il capello, a ogni passata, risulta sempre più liscio e ordinato.


Articoli correlati



Hai delle domanda o vuoi lasciare un tuo parere?

Hai delle domande su particolari prodotti a cui non hai trovato risposta Questo è il posto giusto. Scrivi un commento e ti risponderemo!